Famiglia Salesiana

La Famiglia apostolica di Don Bosco è prima di tutto e sopra tutto una Famiglia carismatica, vale a dire un dono dello Spirito alla Chiesa in vista d’una missione (cf. 1Cor 12,1.4-6); le sue radici più vere e profonde si trova- no infatti nel Mistero Trinitario, ossia in quell’amore infinito che unisce il Pa- dre, il Figlio e lo Spirito, sorgente, modello e meta di ogni famiglia umana.

Se tale è la sua origine, i membri della Famiglia Salesiana riconoscono nella loro vita il primato del Dio-Comunione. È questo il cuore della mistica salesiana. Questa comunione col Dio trinitario è opportunamente codifica- ta nei testi costituzionali dei singoli Gruppi.

Il riferimento a Gesù, Apostolo del Padre, inviato specialmente ai piccoli, ai poveri e agli ammalati, motiva ogni Gruppo a mettere in risalto l’uno o l’altro dei suoi lineamenti: Gesù bambino o adolescente; la vita nascosta di Gesù a Nazaret; Gesù obbediente, povero e casto; la sua figura di buon Samaritano; Gesù buon Pastore che benedice i fanciulli e riunisce attorno a sé discepoli e discepole; il Cristo che in croce manifesta il suo amore misericordioso, vittimale od oblativo; il Signore risorto, primizia e speranza dei risorti (cf. 1Cor 15, 20). La Famiglia Salesiana mira in tal modo a rivivere tutti gli atteggiamenti e comportamenti del Signore Gesù, differenziando i suoi servizi a beneficio dei destinatari particolari dei singoli Gruppi. (cfr Carta d’identità della Famiglia Salesiana, 5)

Don Bosco ha posto al centro della sua vita spirituale ed azione apostol- ica una convinta devozione a Gesù presente nell’Eucaristia, il Padrone di casa – come egli soleva dire –, e al divin Salvatore, di cui ha inteso imitare i gesti salvifici. Innestati in Cristo in forza del Battesimo, ci lasciamo as- similare a Lui, docili all’azione dello Spirito, fino a poter dire con san Paolo: «Per me il vivere è Cristo» (Fil 1,21), « non vivo più io, ma Cristo vive in me » (Gal 2,20); ma accogliendo pure l’altra esortazione dell’Apostolo: «Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù» (Fil 2,5).

Questi sono: la vigile consapevolezza di essere l’Inviato di Dio, guidato in tutto dallo Spirito; l’incondizionata ubbidienza al volere del Padre nel compiere la missione affidatagli, affrontando con coraggio difficoltà e contrasti (cf. Gv 5, 17s); il costante e generoso impegno per liberare le persone da ogni forma di morte e comunicare a tutti vita e gioia; la cura appassionata dei piccoli e dei poveri con la sollecitudine del Buon Pas- tore; l’amore che perdona sempre fino a diventare vittima sulla croce; la promessa di essere compagno di strada dei suoi discepoli come lo fu con i due di Emmaus. 

 

IMPEGNI 2016-2017:

Consulta ispettoriale:

  • 15-16 ottobre 2016 (Santeramo, Ostello Mamre)
  • 20-21 maggio 2016 (Torre Annunziata, Villa Tiberiade)

Realizzare e vivere la Giornata di Studio della FS

  • 25-26 marzo 2017 (Metaponto)

Incontrare le Consulte locali della FS

Convocare l’assemblea ADMA a livello regionale 

Eventi Ispettoria

loading eventi

News ANS

  Nessun contenuto disponibile

Newsletter

Mantieniti aggiornato, ricevi le nostre news