Genitori dei Salesiani di Don Bosco

lunedì 18 ottobre 2010
Genitori dei Salesiani di Don Bosco

Il sole illuminava e riscaldava una fresca domenica autunnale del mese di ottobre, quando, presso la casa Salesiana di Cisternino, si sono radunati i genitori dei Salesiani di don Bosco, dell’Associazione Mamma Margherita, provenienti dalle diverse regioni dell’ Ispettoria Meridionale.  Ancora una volta nel segno di don Bosco un gruppo di persone che fino a qualche anno or sono erano perfette sconosciute, ignare dell’ esistenza l’uno dell’altra, festosamente e calorosamente si abbracciava scambiandosi effusioni di affetto. Dopo l’accoglienza  con scambio dei saluti e  la degustazione delle diverse leccornie di diversa fattura, ci si è radunati in una delle sale della casa cistranese.
L’infaticabile referente dell’Associazione don Ferdinando Lamparelli, dopo aver presentato i genitori neofiti, ha richiamato i diversi momenti dell’Associazione durante il 2010, soffermandosi specialmente sugli esercizi  Spirituali dei genitori dei Salesiani e delle figlie di Maria Ausiliatrice, svoltisi dal 13 al 19 giugno presso la casa Salesiana di Pacognano, Vico Equense (NA), iniziativa che è uno dei fiori all’occhiello dell’I.M.E.
Subito dopo don Guido Errico, nell’ambito della Spiritualità Salesiana, ci ha presentato due testimonianze esposte nelle XXVIII Giornate di Spiritualità della Famiglia Salesiana 21-24 gennaio 2010, aventi per tema la strenna 2010 “ Signore,vogliamo vedere Gesù”, realizzate da un gruppo di Salesiani in Polonia e in Brasile. In entrambi i video abbiamo ammirato con emozione ed orgoglio, in qualità di genitori di Salesiani, la delicatezza e la gioia con cui i giovani vengono evangelizzati, attraverso i metodi che don Bosco indicò oltre 150 anni or sono e come questi metodi sono ancora più che attuali e fecondi, quale il canto, il ballo e l’allegria. Emozione ed  ammirazione abbiamo poi provato per l’ispettore Salesiano brasiliano che attraverso il dono del canto ha saputo scrivere ed interpretare canzoni con temi evangelici seguiti e cantati da migliaia e migliaia di giovani brasiliani. Subito dopo abbiamo constatato quanto sia amato nel Panama “il nostro” don Bosco, dove è  venerato in qualità di patrono nazionale ed è considerato con forza ed amore “il loro” don Bosco e la susseguente internazionalità di un Santo tanto seguito dai giovani.
Al termine della visione don Ferdinando ci ha prospettato un pellegrinaggio sui luoghi di don Bosco, da effettuarsi, probabilmente, nella prima settimana di Aprile o di Maggio, compatibilmente con gli impegni derivanti dalle casa-studentato e dalla disponibilità per l’accoglienza presso la casa madre di Valdocco.
Ancora emozionati per la visione dei filmati e nel mentre ci si apprestava alla celebrazione della Santa Messa ci ha raggiunti l’ Ispettore don Pasquale Martino, che salutandoci, singolarmente, ha voluto ancora una volta dimostraci  il  suo affetto filiale e paterno con cui non manca mai di seguirci nelle nostre attività e che  ha poi presenziato la celebrazione  dell’Eucarestia domenicale.
A seguire verso le ore 13.00 abbiamo, in gioiosa fraternità, consumato il pranzo, quale moderna agape,  preparato con sollecitudine  e grande accoglienza dalla comunità cistranese; la presenza giovanile  dei giovani della comunità Proposta ha reso il pranzo ancor più gioioso  ed il tutto si è concluso con una torta recante la scritta “Grazie”  , dedicata e indirizzata a  tutti e per tutto.
 Alla fine i consueti saluti con il solito proposito di sentirci e vederci al più pre