Il Vescovo Beniamino Depalma nella Scampia del vesuviano

lunedì 16 giugno 2014
Il Vescovo Beniamino Depalma nella Scampia del vesuviano

Il Vescovo Beniamino Depalma nella Scampia del vesuviano

Agli operatori salesiani impegnati al “Piano Napoli” di Boscoreale:

“Se venite voi meno la Chiesa in questi luoghi non entra”

 

“La Chiesa è chiamata a stare nelle situazioni difficili, la Chiesa è chiamata a stare quando tutto sembra impossibile  perché nelle situazioni difficili si sperimenta la Forza dello Spirito .

Ringrazio Voi che in questo territorio del “Piano Napoli” di Boscoreale ci siete, ci state e mi auguro ci resterete.

Voi siete quel buon samaritano che non pensa al viaggio, non pensa alla meta, si ferma, scende da cavallo, si lascia coinvolgere dai volti della sofferenza, reagisce all’indifferenza per portare una cultura più umana, più fraterna, più bella!

Voi siete il buon samaritano di oggi, a voi parlava Gesù!” Queste sono state le parole del pastore di Nola.

I salesiani in questo quartiere degradato alla periferia di Boscoreale “Piano Napoli” nato negli anni 80, svolgono ormai da anni attività di sostegno scolastico e sportive a favore dei minori. L’associazione salesiana “Piccoli Passi Grandi Sogni” da Febbraio gestisce il servizio di Educativa Territoriale.  La Parrocchia Immacolata di Boscoreale in questo quartiere da Settembre ha attivato una Mensa dove ogni sera accoglie più di 50 persone.

Oggi l’incontro con il Vescovo di Nola con i ragazzi, le famiglie, gli animatori e i volontari. Presenti anche il Sindaco e gli assessori.

Il Vescovo ha concluso dicendo:

“Grazie a voi, non vi scoraggiate, se venite voi meno la Chiesa in questi luoghi non entra, e se non entra la Chiesa non entra il Vangelo e non si sperimenta dal vivo cosa vuol dire essere credenti.

E’ difficile amare, portare un piatto ai poveri è più facile. I poveri hanno bisogno di essere accolti, di essere rispettati.

Vorrei che non vi sentiate distanti dalla Chiesa di Nola. Attraverso di Voi la Chiesa di Nola, che qui annuncia il Vangelo con fatti concreti.”

 

Boscoreale 10 giugno 2014